logo



:: Chi_Siamo :: Archivio_News :: Foto :: Video :: Link :: Cinema :: Migranti :: Metropoli :: Recensioni :: Autoproduzioni :: Contattaci ::
    Calendario    

October 2020

LuMaMeGiVeSaDo
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Aggiungi un'iniziativa


    X    


Section Eventi  

Iniziative previste per il 17/3/2007

ore 22.00

Per la rassegna:

INFLESSIONI

...musica, teatro, danza...



A chitarra du vinu

musica popolare del sud Italia



I musicisti

Benedetto Basile (flauti, voce e percussioni)

Davide Polizzotto (chitarra battente e voce)

Rosario Punzo (percussioni mediorientali, tamburi a cornice)

Antonio Vasta (fisarmonica, organetto, zampogna)



Il progetto

“A chitarra du vinu” è l’antica designazione in ambito popolare della chitarra battente,strumento tradizionale di derivazione “colta” creato nel XVIII secolo e particolarmente adatto per canti e danze tradizionali del sud Italia.
Le caratteristiche di questo strumento permettono all’esecutore di produrre un accompagnamento ritmico e armonico di grande efficacia nell’esecuzione di tarantelle, pizziche, saltarelli, serenate, nenie, ecc. Il gruppo, alla chitarra battente, affianca l’uso di flauti, percussioni, voci, organetto e fisarmonica. Il gruppo alterna brani della tradizione del sud Italia a composizioni originali.



Breve storia del gruppo

Il gruppo “A chitarra du vinu” nasce dalla sinergia di due musicisti palermitani, il flautista Benedetto Basile e il chitarrista Davide Polizzotto. Inizialmente il duo lavora ad uno spettacolodi teatro popolare basato su “La carriera di un libertino” di I. Stravinskij.
Dopo alcuni mesi di lavoro il materiale musicale viene rielaborato, ampliato e finalizzato alla realizzazione di concerti dal vivo.. In cerca di nuove sonorità, dal settembre 2005 i due musicisti decidono di avvalersi della collaborazione, oggi stabile, del percussionista Rosario Punzo, il quale ai tradizionali tamburi a cornice affianca strumenti tipici delle culture mediorientali nel rispetto dei brani proposti. Con la nuova formazione, il gruppo si esibisce in giro per la Sicilia in rassegne, di musica popolare e non.
Nel 2006 si unisce al gruppo il fisarmonicista Antonio Vasta che contribuisce ad arricchire le possibilità timbriche ed espressive della formazione.


Breve storia dei musicisti

Benedetto Basile (flauti, voce e percussioni): diplomato in flauto presso il Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo, si è perfezionato frequentando la “Accademia Internazionale di Musica di Novara” (docenti Glauco Cambursano e Maurizio Valentini) ed il corso annuale di specializzazione in ottavino tenuto da Nicola Mazzanti presso la ”Accademia Italiana del Flauto" di Roma. Contemporaneamente si avvicina alla musica afroamericana attraverso i Seminari Senesi di Musica Jazz. Vincitore di numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali, ha suonato per l’Ente Autonomo Teatro Massimo di Palermo, l’Orchestra Filarmonica di Palermo, l’Orchestra di Musica Contemporanea (O.M.C.) e l’Orchestra del Conservatorio “V. Bellini” di Palermo, collaborando, fra gli altri, con Pietro Tonolo e Mischa Maisky. Compositore, nel 1996 ha intrapreso un progetto di musica sperimentale basato sul trattamento elettronico di suoni acustici culminato nella creazione di sei brani per flauto e live electronics eseguite più volte in pubblico. Ha, inoltre, composto musiche di scena per diversi lavori teatrali. Ha preso parte a numerosi progetti di natura diversa spaziando dal jazz al rock, dalla musica da camera al flamenco e alla musica popolare, incidendo per la “Sony Music Publishing”, le edizioni “Rai trade” e “Teatro del Sole”. All’attività concertistica ha affiancato quella di “artista di strada", in tale veste ha, infatti, partecipato al festival “Ibla buskers” nel 1995, nel 1997 e nel 2003 dedicandosi di volta in volta alla “musica popolare”, alla sperimentazione elettroacustica e alla “musica barocca”.

Davide Polizzotto (chitarra battente e voce): artista palermitano e appassionato studioso della musica e della poesia popolare del sud Italia. La sua passione lo ha spinto a studiare “sul campo” la chitarra battente. Dopo avere appreso le tecniche di base tramandate oralmente di generazione in generazione, autentico patrimonio di una prassi esecutiva che vanta secoli di storia, si è perfezionato frequentando alcuni corsi specialistici e, quindi, ha iniziato ad elaborare una propria tecnica finalizzata a mettere maggiormente in risalto le caratteristiche dello strumento. Intraprende l’attività concertistica con i “Calendimaggio” (musica celtica) in veste di cantante, chitarrista, bassista e mandolinista, venendo premiato ai festival di musica e poesia di Gibellina e Caltanisetta. Ha partecipato alla manifestazione Ibla buskers in veste di cantautore e di cantore d’antichi brani della tradizione meridionale italiana. Nel 2002 ha fatto parte degli Antura, gruppo di supporto del percussionista e cantante Massimo La Guardia.

Rosario Punzo (percussioni mediorientali, tamburi a cornice): nel marzo 2000 frequenta i corsi di ritmo e percussioni flamenche presso la "Gran Esquela De Flamenco" di Granada (Spagna). In seguito collabora con la stessa scuola come percussionista. Tra il 2000 e il 2001 viaggia lungo il nord Africa analizzando le ritmiche delle differenti aree incontrate e specializzandosi in percussioni come Darbuka e Dumbek le cui tecniche finirà di assimilare in Turchia sotto la guida d’importanti maestri locali. Nel giugno 2002 frequenta i corsi della "Ecole de ritmique" a Parigi, quindi intraprende l’attività d’insegnante presso la “Accademia di musica moderna" di Termini Imerese e la "MMA" di Palermo. Nel 2003 lavora a Londra come musicista e studia presso la University of London dove segue corsi d’approfondimento sulla musica del nord dell’India (Sangeet Hindostani), partecipando al "SOAS Spring Ball" come percussionista. Nel luglio 2003 con la formazione Cabeça Negra partecipa al festival dell’isola di Sal (Capo Verde). Nel 2004 tiene seminari mensili d’organologia e musica nord africana presso il "King Studio" di Londra. Nel marzo 2004 collabora con la cantautrice Lucina Lanzara suonando nello spettacolo “Il canto del sole" culminato nella realizzazione dell’omonimo cd edito dalle Edizioni Rai Trade. Sempre nel 2004, partecipa alla trasmissione televisiva "Le follie rotolanti tour" (RAI2) come percussionista del gruppo "I Beati Paoli" col quale produrrà un disco.

Antonio Vasta (fisarmonica, organetto, zampogna): svolge studi classici di fisarmonica con il Maestro Salvatore Crisafulli. Si diploma col massimo dei voti in pianoforte al Conservatorio “Bellini” di Palermo. Partecipa a concorsi nazionali di pianoforte solista vincendo Primi Premi e Primi Premi Assoluti. All’età di dodici anni apprende l’antica tradizione della zampogna. Dal 2003 studia e suona l’organetto diatonico. Attualmente conduce studi jazzistici di pianoforte con il Maestro Giovanni Mazzarino presso l’Accademia Musicale Siciliana “Nino Rota”. Laureando in “Discipline della Musica” all’Università degli Studi di Palermo, partecipa attivamente alla realizzazione del primo Laboratorio di etnomusicologia dell’Università di Palermo. Accompagna dal 1995 al 2001 il cantastorie Fortunato Sindoni in diversi Recital in piazze e teatri d’Italia. Partecipa a trasmissioni televisive tra cui “Linea Blu” – Rai Uno. Partecipa in qualità di arrangiatore-esecutore alla realizzazione del progetto artistico “Percorsi dentro e fuori dal carcere” (Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Barcellona P.G.) patrocinato dal Ministero di Grazie e Giustizia. Intraprende nel 2002 la collaborazione con Luciano Maio, leader della storica formazione di musica etnica “Taberna Mylaensis”. Con la Taberna partecipa ai Tour in Olanda, Paesi Bassi ed Istanbul e alle Rassegne di musica del Mediterraneo “Musiche Migranti”, “Suoni di Sicilia nel Mediterraneo”, Festival “Musiche Barocche”, arrangiando ed incidendo diversi lavori discografici. Nel 2003 inizia la collaborazione con il musicista ennese Mario Incudine con il quale nel 2005 è in tournee in Normandia e Bretagna. Partecipa alla realizzazione del primo lavoro discografico dei Beatipaoli, dal titolo omonimo. Nel 2004 consegue con la Taberna il “Premio alla carriera Corrado Maranci”. Inizia la collaborazione con il musicista palermitano Massimo Laguardia, con concerti in Sicilia e Calabria. Nel 2004 fonda il gruppo di musica popolare Musìa.


Links:

http://spaces.msn.com/achitarraduvinu (blog ufficiale del gruppo).

www.balarm.it/DatabaseArtisti/Band/vis.asp?Id=213 (pagina sul gruppo all’interno del portale Balarm).

www.rosariopunzo.altervista.org (sito ufficiale del percussionista).
modifica
    Cerca    

    Newsletter    
iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle iniziative del laboratorio!


Read
Ultima newsletter:
Libia, oltre il petrolio: le ragioni di un popolo in lotta
(29/03/2011)


    Link    

301 Moved Permanently

Inserisci un nuovo link
descrizione
indirizzo
categoria
password:

    Admin    
Aggiungi News
Modifica MOTD
Cambia priorità
Cambia priorità (Beta)
Gestione Banner

    Accessi    

Avete visitato questa pagina 5832960 volte.



Powered by FartNuke based on FlatNuke-1.7 © 2003 | Site Admin: Zeta | Get RSS News

Source available, email us ;-)

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.