logo



:: Chi_Siamo :: Archivio_News :: Foto :: Video :: Link :: Cinema :: Migranti :: Metropoli :: Recensioni :: Autoproduzioni :: Contattaci ::
    Calendario    

September 2021

LuMaMeGiVeSaDo
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30

Aggiungi un'iniziativa


    X    


Read MILLION MARIJUANA MARCH - 2 maggio 2004  
manifestazioni.png++ C.S.O.A. ++ ha scritto:

Il proibizionismo non è un fenomeno locale ma globale, regolato da convenzioni O.N.U. internazionali.

Quello sulla cannabis, esponenzialmente in crisi a causa della diffusione sempre più di massa del suo consumo, fu inventato nel 1937 negli Usa e poi esportato in tutto il mondo come primo strumento di controllo e criminalizzazione di massa della globalizzazione nello scorso secolo.

Nell’ultimo decennio anche la risposta è globale. Sempre più città, oltre 200 nella scorsa edizione, danno vita nel primo fine settimana di maggio alla M. M. M. su tre semplici rivendicazioni uguali in tutto il pianeta:

Fine delle persecuzioni e scarcerazione immediata dei consumatori e coltivatori di marijuana.
Riconoscimento del diritto e accesso immediato all’uso terapeutico.
Diritto a coltivare liberamente una pianta che cresce in natura.

L’Italia è nella M. M. M. dal 5 maggio 2001 con la campagna di auto denuncia di massa “signor giudice ho piantato un seme” che produsse 1100 auto denunce consegnate a Roma alla caserma dei carabinieri di piazza Venezia, insieme ad alcune piante al termine di una manifestazione aperta da una delegazione di indiani Lakota (Sioux), che rivendicava il diritto a coltivare la canapa sulle proprie terre nonostante le incursioni armate dell’FBI.
Auto denuncia che non produsse conseguenze giudiziarie poiché tutti furono prosciolti in istruttoria perché il fatto non costituisce reato.

Crediamo che la prossima edizione del 2 maggio (la 4^ per l’Italia) sia particolarmente importante nel nostro paese dato che, mentre in tutto il mondo sale sempre più forte la richiesta di liberalizzazione e sempre più paesi attuano politiche pragmatiche, depenalizzando i consumi ed introducendo l’uso terapeutico, in Italia il “non più fascista” G. Fini, in controtendenza planetaria, vorrebbe per poche canne sbattere in galera o avviare ai lavori forzati, in comunità punitive private per anni, una fetta della popolazione di almeno 5 milioni di individui.

Crediamo che criminalizzare costumi sociali di massa che attengono alla sfera della scelte personali sia tipico dei regimi totalitari. Pericoloso non solo per i diretti interessati ma per la democrazia e quindi per tutta la società civile.

Il 2 maggio riempiremo le piazze in tutto il mondo e a Roma ricorderemo a Fini che l’ultimo che “confinava” liberi cittadini non è certo riconosciuto universalmente come esempio di democrazia. Non rimanete spettatori.
La Marijuana non ha mai ucciso nessuno, la criminalizzazione delle libertà di scelta personali si.

Per adesioni gica@inventati.org Infoline 339.3393589

Galassia Intervento Creativo Antiproibizionista, Pazienti Impazienti Cannabis, Enrico Fletzer e Radio K centrale (Bo), Coordinamento canapai, c.s.a. La Torre, Livello 57, giovani comuniste e comunisti, forum droghe, fuoriluogo, la scimmia, collettivo di autori, Federazione Nazionale dei Verdi, rete ENCOD, Partito Rifondazione Comunista, Federazione Romana PRC, Federazione Romana Giovani Comunisti/e, Cecina Social Forum (LI), Laboratorio Pirata di Pisa, RAT rete antiproibizionista toscana, Don Gallo e Comunità San Benedetto al porto (GE), M.D.M.A.(Perugia), Action Students, Ass. Altrevisioni Telestrada, TeleAut street tv, Ass Onlus La Tenda(Rm), s.p.a. Strike, c.s.o. Ricomincio dal faro, federazione romana sinistra giovanile, Astra Occupato, Ass. Onlus Antigone, Contromano, fed. Sinistra Giovanile (Udine), c.s.a. Capolinea Faenza (Ra), Daniele Barbieri,

www.inventati.org/gica/


COMMENTI | Aggiungi Commento | Stampa
    Cerca    

    Newsletter    
iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle iniziative del laboratorio!


Read
Ultima newsletter:
Libia, oltre il petrolio: le ragioni di un popolo in lotta
(29/03/2011)


    Link    

301 Moved Permanently

Inserisci un nuovo link
descrizione
indirizzo
categoria
password:

    Admin    
Aggiungi News
Modifica MOTD
Cambia priorità
Cambia priorità (Beta)
Gestione Banner

    Accessi    

Avete visitato questa pagina 6085658 volte.



Powered by FartNuke based on FlatNuke-1.7 © 2003 | Site Admin: Zeta | Get RSS News

Source available, email us ;-)

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.