logo



:: Chi_Siamo :: Archivio_News :: Foto :: Video :: Link :: Cinema :: Migranti :: Metropoli :: Recensioni :: Autoproduzioni :: Contattaci ::
    Calendario    

December 2020

LuMaMeGiVeSaDo
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Aggiungi un'iniziativa


    X    


Read Ancora morti a largo di Lampedusa  
migranti.pngQuesta notte alle 3.30, altre dieci persone hanno
perso la vita nel disperato tentativo di raggiungere
l'Italia.
E' insopportabile.
Il bollettino dei morti nel canale di Sicilia è una
catena senza fine.

--Apprendiamo che il ministro dell'interno Giuliano
Amato afferma che: "Quella di oggi non è solo una
tragedia, ma un vero e proprio crimine. Confido perciò
che la magistratura dedicherà alla ricerca dei
responsabili lo stesso impegno interno e
internazionale che giustamente dedica a reati meno
gravi di questo".

Ma la responsabilità di questa morti non è da additare
solamente alle organizzazioni criminali che gestiscono
il traffico di esseri umani, ma soprattutto agli stati
e alle leggi che rendono possibile tutto ciò.

Se la gente continua a perdere la vita per raggiungere
il nostro paese e perché non esistono vie legali di
ingresso in Italia.

La responsabilità reale di queste tragedie è della
legge Bossi-Fini e delle politiche di militarizzazione
del Mediterraneo.

Se non cambierà la legge, se non verranno creata vie
legali di ingresso in Italia, se i flussi migratori
continueranno ad essere gestiti con politiche
repressive il nostro mare continuerà ad essere segnato
da queste atrocità.

Il ministro Amato non può fare finta di non rendersene
conto.

Il pensiero va inoltre ai superstiti, quegli uomini e
donne che hanno rischiato la vita e hanno visto morire
i propri compagni di viaggio e che ora rischiano
lespulsione o la detenzione in un Cpt.
Magari prelevati direttamente dall'ospedale come è
successo in questi giorni al Civico di Palermo.

Noi vogliamo dire basta a tutto ciò.
Per questo invitiamo tutte le forze democratiche che
in questi anni si sono spese per la costruzione di un
Mediterraneo di Pace a venire a Lampedusa il 10
settembre per una manifestazione nazionale per la
chiusura dei Centri di Permanenza Temporanea e per
l'abolizione della legge Bossi-Fini.
--

COMMENTI | Aggiungi Commento | Stampa
    Cerca    

    Newsletter    
iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle iniziative del laboratorio!


Read
Ultima newsletter:
Libia, oltre il petrolio: le ragioni di un popolo in lotta
(29/03/2011)


    Link    

301 Moved Permanently

Inserisci un nuovo link
descrizione
indirizzo
categoria
password:

    Admin    
Aggiungi News
Modifica MOTD
Cambia priorità
Cambia priorità (Beta)
Gestione Banner

    Accessi    

Avete visitato questa pagina 5854827 volte.



Powered by FartNuke based on FlatNuke-1.7 © 2003 | Site Admin: Zeta | Get RSS News

Source available, email us ;-)

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.