logo



:: Chi_Siamo :: Archivio_News :: Foto :: Video :: Link :: Cinema :: Migranti :: Metropoli :: Recensioni :: Autoproduzioni :: Contattaci ::
    Calendario    

May 2020

LuMaMeGiVeSaDo
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Aggiungi un'iniziativa


    X    


Read Petizione in favore di un migrante  
migranti.pngUn ragazzo è da solo al reparto rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo dal 5 marzo scorso. È appena uscito dal coma. Gli hanno dovuto amputare un braccio , dalla spalla in giù. Non ha un amico,non ha parenti in città che possano confortarlo facendogli accettare la sua nuova condizione.

Scarica e firma la petizione

Le firme raccolte possono essere riportate al laboratorio zeta



--Ha rischiato di morire sfracellandosi sugli scogli di Linosa dopo che la barca sulla quale viaggiava insieme a centinaia di altri migranti come lui si è rovesciata davanti la piccola isola. Non si conosce il numero dei morti e dei dispersi. I sopravvissuti sono circa 270. Molti sono stati trasportati a Lampedusa, in uno dei più vergognosi Centri di Permanenza Temporanea d’Italia.
Il ragazzo che ora è a Palermo; è stato trasportato d’urgenza in elicottero perché le sue condizioni lo richiedevano. Solo per questo è scampato al Cpt e ad una probabile espulsione.
Il giorno dopo il suo arrivo siamo riusciti a vederlo per pochi minuti. Non abbiamo potuto comunicare con lui perché ancora non si era risvegliato.
Ora che potremmo parlargli, cercare di aiutarlo, per quanto possibile, ad affrontare la tragedia che gli è capitata, l' autorità di polizia non ci lascia più entrare e suggerisce ai responsabili del reparto ospedaliero di giustificare l'assurdo divieto con il pretesto della “tutela della privacy”: solo i familiari potrebbero visitarlo e noi, evidentemente, non lo siamo.

Il suo destino sarà quindi deciso dalla legge sull’immigrazione dell’attuale governo.
Nell’indifferenza di tutti, piccolo effetto collaterale di una guerra violenta e vigliacca condotta ogni giorno contro uomini,donne e bambini inermi, seguirà il percorso comune di tutti i migranti che oggi raggiungono i nostri paesi: un percorso fatto di detenzione, violazione dei diritti, razzismo istituzionale, espulsioni forzate, clandestinità obbligata.

Oppure no. Questa volta no. Questa volta noi, cittadine e cittadini di Palermo potremmo decidere che debba andare diversamente.
Questo giovane uomo, oltre ad essere prima di tutto una persona è, suo malgrado un simbolo.
È il simbolo della sofferenza provocata da leggi ingiuste, che creano morte e odio.
È il simbolo di quello che sta diventando la Sicilia, non più crocevia di culture e genti, porto di accoglienza e mescolanza, ma carcere a cielo aperto e avamposto di segregazione e frontiera armata della fortezza europea.
È il simbolo di quello che è già diventato il nostro mare Mediterraneo, tomba senza lapidi né fiori di migliaia di cadaveri senza nome né storia.
È il simbolo, infine, del mondo che stanno preparando per noi, un mondo costruito su separazioni fittizie tra cittadini con dei diritti e masse umane indistinte che possono essere lasciate morire.

Pensiamo che allora, stavolta sia possibile cambiare le cose almeno per lui che si trova qui, nella nostra città, e, attraverso lui, un pochino anche per tutti gli altri.

Chiediamo che questo ragazzo di cui vogliamo conoscere il nome e la storia venga a vivere tra le nostre strade, in mezzo a noi, con pari dignità e diritti.
Chiediamo per lui il conferimento della Cittadinanza Onoraria perché venga protetto da ogni forma di vessazione e non rischi di essere espulso dopo tutto quello che ha già subito.--

COMMENTI | Aggiungi Commento | Stampa
    Cerca    

    Newsletter    
iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle iniziative del laboratorio!


Read
Ultima newsletter:
Libia, oltre il petrolio: le ragioni di un popolo in lotta
(29/03/2011)


    Link    

301 Moved Permanently

Inserisci un nuovo link
descrizione
indirizzo
categoria
password:

    Admin    
Aggiungi News
Modifica MOTD
Cambia priorità
Cambia priorità (Beta)
Gestione Banner

    Accessi    

Avete visitato questa pagina 5727124 volte.



Powered by FartNuke based on FlatNuke-1.7 © 2003 | Site Admin: Zeta | Get RSS News

Source available, email us ;-)

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.